L'eritema polimorfo ricorrente in età pediatrica

26 gennaio 2018 - 10:21 Ricerca

L'eritema polimorfo è una patologia acuta, immuno-mediata, caratterizzata da tipiche lesioni a coccarda del distretto cutaneo, talvolta associate a interessamento della mucosa orale, oculare e genitale. Nella grande maggioranza dei soggetti affetti resta un episodio isolato nella vita, tuttavia alcuni pazienti sperimentano episodi ricorrenti.

È stato recentemente condotto uno studio retrospettivo presso il Children's Hospital of Wisconsin, Minnesota, e la Mayo Clinic of Rochester, Minnesota, che ha evidenziato le caratteristiche dell'eritema polimorfo ricorrente nell'infanzia, confrontandole con quelle descritte negli studi condotti su popolazione adulta.

Dallo studio emergono una predominanza nel sesso maschile, un ridotto numero di episodi per anno e un maggior rischio di ospedalizzazione in età pediatrica. Nel bambino le lesioni si localizzano prevalentemente in sede acrale, con frequente coinvolgimento del cavo orale (77%), in particolare delle labbra, ma è stato osservato un interessamento più frequente anche delle altre mucose rispetto alla popolazione adulta.

L'eziologia è stata identificata nel 47% dei casi; tra questi, Herpes Simplex Virus è stato riscontrato nel 35%, Mycoplasma pneumoniae nel 5%, valori rispettivamente inferiori e superiori rispetto alla popolazione adulta con eritema polimorfo ricorrente. Tuttavia, la positività dei test sierologici per HSV non sempre chiarisce il ruolo eziologico del virus negli episodi ricorrenti, in quanto i valori anticorpali possono mantenersi elevati per un tempo indefinito. La ricerca del DNA virale su cute lesa mediante PCR potrebbe rappresentare quindi un test più attendibile.

Anche la gestione terapeutica resta oggetto di dibattito: se da un lato il prednisone si dimostra efficace, dall'altro potrebbe deprimere la risposta immunitaria, promuovendo la replicazione dell'agente eziologico e quindi gli episodi recidivanti. La terapia antivirale, nei casi in cui sia stata accertata la causalità di HSV, risulta essere efficace sia in somministrazione continua che intermittente. Infine, dallo studio si è osservato che i bambini sono meno responsivi agli immunosoppressori di seconda linea rispetto alla popolazione adulta.

Heinze A, Tollefson M, Holland KE, Chiu YE. Characteristics of pediatric recurrent erythema multiforme. Pediatr Dermatol. (December 2017).

Miriam Leuzzi

Clinica Dermatologica Università di Bologna

Scritto da Miriam Leuzzi

Approfondimenti

Argomenti correlati

Lascia un commento sul sito e rispondi all'autore

I commenti sono soggetti a moderazione: non saranno pubblicati immediatamente ma dovranno essere approvati dalla segreteria.

Ultima comunicazione ai soci

Elezione di un nuovo Consigliere 2018

Stante le dimissioni del Consigliere dott. Daniele Bove si rende necessaria l’elezione di un nuovo Consigliere...

07 dicembre 2018Continua a leggere

Corsi Fad in programma

Dermatite atopica Clinica

7 crediti formativi

Vedi i dettagli del corso